18.2 C
Parma
domenica, Settembre 19, 2021
Pubblicità

Marco Maria Freddi: una lettera dal cuore per Simone Strozzi

di Marco Maria Freddi #CaroDirettore twitter@parmanotizie #Svoltare

 

Caro Simone,

quando ti ho conosciuto ho compreso la tua missione, una missione che si disinteressava delle necessità terrene e materiali e che non si curava neppure della propria salute. Figlio di una esperienza cattolica – grazie a dio non clericale – guardava alla sofferenza e a una spiccata tendenza al misticismo, la stessa che ho vissuto con mia madre, la stessa che ho vissuto con mio zio, fratello di mia madre, parroco di campagna lombarda, sei ai miei occhi ciò che di meglio un territorio possa esprimere.

Ho vissuto, da Radicale, l’esperienza politico-giudiziaria di Enzo Tortora – più politica che giudiziaria – esperienza simbolo delle contraddizioni di un Paese che più che rendere merito alla giustizia ha risposto – come poteva – ad un sistema di pubblica amministrazione che tutela se stesso prima ancora che il cittadino al centro del proprio mandato.

Un sistema politico-sociale vecchio, ancor più vecchio se si pensa che siamo nel XXI secolo.

Dell’esperienza di Simone Strozzi, al netto delle anomalie amministrative, rivendico il sentirmi parte di questo mondo, passione versus indifferenza, amore versus disinteresse e se il pensiero di Simone so essere legata ad una esistenza terrena in grazia di Dio, io preferisco bestemmiare, bestemmiare sempre più forte e mentre il consiglio comunale discute di benessere animale disconoscendo il vegetarianesimo io #stoconsimone.

Purtroppo, la storia di questo paese non è esente da protagonismi giudiziari – come il caso Tortora insegna – questo è un caso che mediaticamente può ampiamente ripagare, ma mi auguro che il buon senso delle persone sappiano distinguere errori amministrativi da presupposti delinquenziali.

Non so che dire, resto in attesa di una inevitabile decennale risposta, non mi riconosco nelle parole dei media, non mi riconosco nei commenti di coloro che avrebbero dovuto far squadra, siano questi commenti vescovili o ciacchiani, resto in attesa di una verità giudiziaria che mi vedrà più vecchio, tanto vecchio ma sempre disponibile ad offrire una mano aperta ad un amico.

Come sempre tutto ciò non rientrerà nei commenti dei media, la giustizia non farà giustizia e la speculazione politica, ideologica cattolica o ciacchiana prevarrà sulla sostanza, e questo a buon viso dei risultati misurabili di una esperienza che non ha confronti.

Grazie ancora Simone.

 

(29 dicembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 




Related Articles

Stay Connected

4,635FansMi piace
2,361FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

Latest Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: