12.8 C
Parma
giovedì, Settembre 23, 2021
Pubblicità

26 marzo 2021: una data che cambierà il volto di Parma in Cittadella e lungo il torrente

di Isabella Grassi*, #Parma

Pochi mesi dopo che Pizzarotti vinse le elezioni a Parma, primo sindaco eletto in Italia nel Movimento 5 stelle, su Parma arrivò una inondazione tremenda, che solo di recente ha terminato l’iter giudiziario. Allora chi aiutò la nostra città a risollevarsi furono gli Angeli del Fango che in seguito verranno anche premiati con il Premio Sant’Ilario.

L’incuria del Torrente Baganza insieme alla forza dell’acqua causarono l’abbattimento di uno dei ponti simboli della città: il ponte della Navetta. E’ notizia di questi giorni che domani verrà inaugurato, e doveva essere un bel giorno, perché destinato a restituire un pezzo importante ai cittadini. Ieri passeggiavo per il Parco della Cittadella insieme a Luciano Vezzani, ammirandone le bellezze. Giunta sul bastione San Alessandro, davanti alla palazzina dedicata a San Giorgio ci sono delle splendide rose e una Madonnina.

Ho così appreso che nel mese di settembre 2020 allorché provvedeva a sistemare il verde ed in particolare l’albero ivi posizionato, notando che nel medesimo si era formato un incavo naturale, decise di collocare quella che per tutti è oramai la Madonnina della Cittadella. Mi ha spiegato Vezzani che tale manufatto è di sua proprietà da oltre 40 anni, viene dalla Puglia e rappresenta un dono a lui fatto da alcuni compagni di militare.

Ha  deciso di collocarla nel luogo da lui più amato ricordando come in Cittadella, anticamente era presente una chiesetta ubicata ove ora ci sono i giochi dei bimbi con una statua dedicata alla Madonna, in una sorta di ricollocazione storica. Mi ha ricordato Vezzani che il Parco della Cittadella è stato acquistato dal Comune con atto che risale al 1958 dove si impegnava a mantenerne destinazione a parco e al rispetto dell’ambiente e della monumentalità del Parco stesso.

Giunge ora la notizia che oggi sono state asportate alcune piastre collocate per impedire al fango di farla da padrone e domani verrà asportata la Madonna perché collocata senza autorizzazione. Non si sono attesi 9 anni e nemmeno una sentenza del TAR.

Domani sarà un triste giorno per Parma, si ringraziano gli Angeli ma non si accetta una Madonnina.

 

*Presidente Comitato Cittadella per Parma

 

(25 marzo 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 




Related Articles

Stay Connected

4,635FansMi piace
2,367FollowerSegui
119IscrittiIscriviti
Pubblicità

Latest Articles

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: